Protocollo Sanitario

Un protocollo di sorveglianza sanitaria è l’insieme delle visite mediche, delle indagini specialistiche e di laboratorio, delle informazioni sanitarie e dei provvedimenti adottati dal medico, al fine di garantire la protezione sanitaria dei lavoratori nei confronti del rischio lavorativo.

Il protocollo viene definito dal medico competente in funzione dei rischi specifici presenti nell’ambiente di lavoro tenendo in considerazione gli indirizzi scientifici più avanzati (art. 25, co 1, b) del D.Lgs 81/08 e s.m.i.).

Include gli accertamenti sanitari specialistici previsti per i lavoratori, mirati al rischio e meno invasivi possibili (art. 229, co4, del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) e costituisce parte integrante del documento di valutazione dei rischi (DVR) (art. 29 co 1 – D.Lgs. 81/08 e s.m.i.).

Hanno lo scopo di contribuire alla prevenzione delle malattie professionali, di prevenire gli infortuni sul lavoro ed esprimere un corretto giudizio di idoneità alla mansione specifica.

I protocolli sanitari in Medicina del Lavoro sono delle linee guida, necessari per svolgere l’attività di sorveglianza sanitaria e vengono stilati dal medico competente.  Lo stesso definisce la periodicità della visita medica, la tipologia e la periodicità degli accertamenti integrativi da effettuare al fine del rilascio dell’idoneità alla mansione specifica.

La periodicità stabilita dalla normativa vigente, può subire modificazioni in base: al ciclo produttivo; alla revisione della valutazione del rischio; ai risultati del monitoraggio biologico; a valutazioni del Medico Competente sulla base di quanto rilevato nel corso di sopralluoghi aziendali o a particolari patologie dei dipendenti.

Non è possibile definire un Protocollo Sanitario anche se esistono delle linee guida, non esiste un protocollo sanitario prestabilito per tutte le mansioni; è esclusivamente grazie all’esperienza del Medico Competente, ad un’attenta conoscenza dell’azienda e dei luoghi di lavoro, ad una adeguata conoscenza del rischio lavorativo specifico che si può definire dettagliatamente dei Protocolli Sanitari corretti.

Di fatto, rientra tra le competenze specifiche del Medico Competente, come stabilito dall’ art 25 del D.Lgs 81/2008 e smi, “programmare ed effettuare la sorveglianza sanitaria tramite protocolli sanitari definiti in funzione dei rischi specifici e tenendo in considerazione gli indirizzi scientifici piu’ avanzati”.

La Sma Service Srl ha nel suo staff Medici Competenti con esperienza pluriennale, in grado di stilare protocolli sanitaria per qualsiasi tipologia di attività lavorativa.

Resta inteso che, presupposto fondamentale per poter procedere con la definizione di un Protocollo Sanitario è che l’Azienda abbia elaborato il Documento di Valutazione del rischio.